TECNICHE RIABILITATIVE

COS'E' LA RIABILITAZIONE PELVICA
Per Riabilitazione pelvica si intende quell'insieme di tecniche volte al ripristino della fisiologica funzionalità della muscolatura del pavimento pelvico; che può avere deficit di ipotono o ipertono dando luogo alle patologie sopra elencate (incontinenza, prolasso, stitichezza, dolore pelvico, disfunzione sessuali...)


elettrostimolazione
elettrostimolazione
biofeedback
biofeedback
kinesiterapia
kinesiterapia

KINESITERAPIALa chinesiterapia, o cinesiterapia, consiste nell'utilizzo del movimento a scopo terapeutico.

Attraverso la mobilizzazione, l'esecuzione di movimenti ripetuti e il mantenimento di posizioni si cerca di recuperare l'arco di movimento di un'articolazione e la lunghezza e la forza di un muscolo.

Nella riabilitazione del pavimento pelvico, quando si parla di chinesiterapia ci si riferisce soprattutto agli esercizi di contrazione e rilassamento del pavimento pelvico.

Sono conosciuti come "esercizi di Kegel" dal nome del ginecologo statunitense che che per primo riconobbe l'importanza dell'allenamento di questi muscoli, Arnold Kegel (1894 - 1972).

Essendo muscoli che si trovano all'interno del nostro corpo sono difficili da individuare e da attivare correttamente.

Uno dei ruoli fondamentali della chinesiterapia è quello di favorire la presa di coscienza di questi muscoli attraverso la palpazione del terapista e la scelta di posizioni che ne facilitino l'attivazione.

Tuttavia, quando si tratta una persona che soffre di una disfunzione del pavimento pelvico non ci si può limitare alla valutazione e al trattamento di questi muscoli.

Dati gli stretti rapporti che intercorrono tra il pavimento pelvico e le strutture che circondano la cavità addominale, andranno indagate, valutate e trattate anche eventuali alterazioni del rachide lombare, del cingolo pelvico, degli arti inferiori, dei muscoli addominali e del muscolo diaframma.

La chinesiterapia quindi assume un ruolo fondamentale nella riabilitazione del pavimento pelvico in quanto favorisce la corretta attivazione dei muscoli perineali e corregge le disfunzioni a carico delle strutture a questi correlate.

Presenta pertanto un effetto di tipo centrale determinando riorganizzazione dei sistemi neuronali, coordinazione e presa di coscienza individuale del pavimento pelvico ed un effetto di tipo periferico con conseguente contrazione dei muscoli del pavimento pelvico ed intervento sulle sensibilità viscerali. 

BIOFEEDBACK: sono esercizi di contrazione e rilassamento eseguiti con una sondina in vagina, collegata a un monitor che mostra sullo schermo l'attività muscolare. In questo modo è molto più semplice prendere coscienza, potendo vedere come reagisce il muscolo. E' molto utile questo strumento soprattutto per lavorare in modo volontario sul rilassamento.

Presenta pertanto un effetto di tipo centrale determinando riorganizzazione dei sistemi neuronali, coordinazione e presa di coscienza individuale del pavimento pelvico ed un effetto di tipo periferico con conseguente contrazione dei muscoli del pavimento pelvico ed intervento sulle sensibilità viscerali. 

ELETTROSTIMOLAZIONE: L'elettrostimolazione funzionale è una tecnica passiva, che produce una stimolazione ciclica della muscolatura pelvica e delle strutture nervose migliorandone l'elasticità, la viscosità, la distensibilità, il trofismo muscolare inducendo una ipertrofia e quindi un incremento della capacità contrattile e della resistenza delle fibre muscolari residue del pavimento pelvico. Comporta inoltre un aumento della sensibilità.

Presenta pertanto un effetto di tipo centrale determinando riorganizzazione dei sistemi neuronali, coordinazione e presa di coscienza individuale del pavimento pelvico ed un effetto di tipo periferico con conseguente contrazione dei muscoli del pavimento pelvico ed intervento sulle sensibilità viscerali. 

SANS
SANS
terapia manuale
terapia manuale
Ossigenoterapia
Ossigenoterapia

SANS: elettrostimolazione del nevo tibiale a livello del malleolo, indicato per vescica iperattiva e dolore pelvico cronico.


TERAPIA MANUALE, TERAPIA MANUALE VISCERALE E POSTURALE: è un insieme di tecniche volte alla manipolazione e al trattamento della muscolatura pelvica (interna) ma anche accessoria (esterna) per riportare il sistema muscolo scheletrico e nervoso a una corretta funzionalità. Il trattamento interessa anche la muscolatura della pelvi esterna, zona lombare, sacrale, coccigea e postura.


OSSIGENOTERAPIA: metodo Caress Flow, consiste nell'applicazione di ossigeno ad una concentrazione del 98% a livello vulvare e vaginale. L'ossigeno è un potente effetto rigenerativo, antinfiammatorio, antibatterico.

 Il trattamento riattiva la microcircolazione favorendo la neoangiogenesi, promuove la rigenerazione dei tessuti e stimola il turnover cellulare migliorando il trofismo e l'elasticità tessutale.

La tecnica Ossigenoterapia è molto utile per: atrofia vulvo- vaginale, Lichen vulvare, infezioni recidivanti, bruciore uretrale, Vestibolodinia/ Vulvodinia.



EVA- radiofrequenza quadripolare

COME FUNZIONA: il calore attivo della radiofrequenza, stimola la produzione di collagene, migliora il microcircolo e l'idratazione della mucosa vulvo-vaginale riducendo la secchezza, il prurito e il bruciore con risultati stabili e duraturi.

E' un trattamento veloce, con risultati immediati e totalmente indolore. 


La radiofrequenza è indicata per:

  • Atrofia vulvo- vaginale
  • Lichen vulvare
  • Dolore pelvico
  • Ipertono del pavimento pelvico
  • Incontinenza urinaria e prolasso
  • Patologie colon proctologiche

L'associazione con la funzione porazione permette di veicolare sostanze per rendere il trattamento ancora più efficace (acido ialuronico; ormoni, farmaci antinfiammatori, cortisonici ecc...) a seconda dell'indicazione medica.


TIP vaginale- vulvare- rettale


Metodo BERTOZZI: Pelvic Mind Active

La radiofrequenza nasce come tecnica passiva; viene erogata energia nei tessuti che a sua volta stimola un processo rigenerativo cellulare indistintamente dalla patologia di partenza.

Con questo metodo (che ho sperimentato in anni di esperienza clinica) le nuove cellule vengono indirizzate a svolgere la funzione corretta, che è stata persa nella patologia.


Se vuoi saperne di più non esitare a contattarmi